Home

tratto dall’omonimo best-seller scritto da Elena Favilli e Francesca Cavallo
OMA - Orchestra Multietnica di Arezzo

con Margherita Vicario
regia di Francesco Frangipane
direzione orchestra Enrico Fink
un progetto di Argot Produzioni, Officine della Cultura, Progetto Goldstein

Pisa

Lo spettacolo vuole essere una riflessione sulla figura femminile, indagando come lo sviluppo possa essere un momento chiave per la costruzione e definizione dell’identità femminile e come un sogno possa essere inseguito al di là di qualsiasi confine: sociale, culturale, geografico. Il movimento femminista negli ultimi decenni ha trovato nuove modalità di narrazione e la capacità e il bisogno di raccontare storie al femminile è centrale all’interno dell’offerta del panorama culturale nazionale e internazionale. Ma il progetto non è soltanto una raccolta di storie al femminile, ma vuole entrare nel vivo di un tema centrale della nostra società, quello migratorio nei cui numeri dominano le donne “anche se se ne parla poco” come scrive Elena Favilli. Non dunque donne super eroine, che emulano i percorsi degli uomini, ma figure capaci di intraprendere nuove e personali strade di sviluppo e di crescita all’interno della società civile, al di là di qualsiasi pregiudizio legato all’etnia, al colore, al linguaggio. Voci di rottura dal forte impatto mediatico per rafforzare l’idea che la battaglia femminista coinvolge tutti, indistintamente dal genere sessuale e dalla provenienza geografica e che è un percorso da fare passo dopo passo, nella quotidianità del presente.

L’attrice e cantautrice Margherita Vicario, accompagnata dall’Orchestra Multietnica di Arezzo, interpreta le straordinarie donne descritte nel best seller Storie della buonanotte per bambine ribelli che con oltre un milione di copie vendute in tutto il mondo, è diventato un movimento globale e un simbolo di libertà.

C'era una volta... una principessa? Macché! C'era una volta una bambina che voleva andare su Marte. Ce n'era un'altra che diventò la più forte tennista al mondo e un'altra ancora che scoprì la metamorfosi delle farfalle. Scienziate, pittrici, astronaute, sollevatrici di pesi, musiciste, giudici, chef... esempi di coraggio, determinazione e generosità per chiunque voglia realizzare i propri sogni.

 

Margherita Vicario
Attrice e cantautrice lavora per fiction e film diretta da Fausto Brizzi, Antonio Manzini e Woody Allen. Nel panorama musicale ha all’attivo un album (Minimal Musical, 2014), un EP (Esercizi Preparatori, 2014) e una serie di singoli, tra cui i fortunati Abaué (Morte di un Trap Boy), Mandela – che ha superato il milione di views su YouTube e di ascolti su Spotify - e Romeo feat Speranza, usciti per INRI nel 2019. Il brano Mandela è stato candidato nella categoria Big al premio Voci per la Libertà di Amnesty International, che premia la canzone dell’anno per i diritti umani.

L’Orchestra Multietnica di Arezzo (OMA – #omarezzo)
Attiva dal 2007, ha pubblicato quattro CD e ha collaborato con musicisti, attori e autori di rilievo internazionale, tra cui Stefano “Cisco” Bellotti, Raiz, Moni Ovadia, Bandabardò, Shel Shapiro, Frank London (The Klezmatiks), Dario Brunori, Ginevra Di Marco, Dente, Amanda Sandrelli, Isabella Ragonese, Ottavia Piccolo, Stefano Massini. L’attuale formazione è costituita da 35 musicisti provenienti da 12 diversi paesi, un laboratorio costantemente aperto a nuovi inserimenti che lavora con musicisti di ogni cultura, religione, età, estrazione sociale, insistendo sul valore delle differenze e sulla musica come momento di incontro e di conoscenza. Nel 2010 ha vinto il premio Amnesty “Suoni di Confine” per l’attività Live.

 

Anfiteatro Fonte Mazzola, strada Vicinale delle Serre 20 PECCIOLI
Informazioni: www.fondarte.peccioli.net
Spettacolo presentato nell’ambito di 11LUNE 2021

 

Call-to-action MyCesvot: 
×