Home

Online la nuova Carta dei Servizi

Martedì 16 Luglio 2019

Pensata per facilitare enti del terzo settore e cittadini nell'accesso alle principali opportunità di formazione, informazione, promozione e consulenza, la Carta dei Servizi di Cesvot si presenta come una guida a tutti i servizi offerti.

Per ogni servizio sono indicati:

  • destinatari 
  • canali di accesso 
  • tempi di erogazione
  • standard di qualità

La Carta dei Servizi, è una guida di facile consultazione, che ha non solo lo scopo di presentare i servizi ma anche e soprattutto di spiegare le modalità di accesso e presentare gli standard che il Centro servizi si impegna a mantenere.

Contiene le informazioni di base su tutti i servizi del Centro offrendo i rimandi necessari per accedere ai singoli servizi e mettere l’utente in condizione di verificare in autonomia la qualità di quanto erogato.

Dal 2018 Cesvot, per rispondere alle prescrizioni del nuovo Codice del Terzo Settore, ha avviato un percorso per l’estensione dei servizi a tutti gli enti del terzo settore della Toscana, nel rispetto di una serie di principi, a cui devono attenersi i Centri Servizi per il volontariato (Csv):

  • qualità: i servizi devono essere della migliore qualità possibile considerate le risorse disponibili; i Csv applicano sistemi di rilevazione e controllo della qualità, anche attraverso il coinvolgimento dei destinatari dei servizi;
  • economicità: i servizi devono essere organizzati, gestiti ed erogati al minor costo possibile in relazione al principio di qualità;
  • territorialità e prossimità: i servizi devono essere erogati da ciascun Csv prevalentemente in favore di enti aventi sede legale ed operatività principale nel territorio di riferimento, e devono comunque essere organizzati in modo tale da ridurre il più possibile la distanza tra fornitori e destinatari, anche grazie all’uso di tecnologie della comunicazione;
  • universalità, non discriminazione e pari opportunità di accesso: i servizi devono essere organizzati in modo tale da raggiungere il maggior numero possibile di beneficiari; tutti gli aventi diritto devono essere posti effettivamente in grado di usufruirne, anche in relazione al principio di pubblicità e trasparenza;
  • integrazione: i Csv, soprattutto quelli che operano nella medesima regione, sono tenuti a cooperare tra loro allo scopo di perseguire virtuose sinergie ed al fine di fornire servizi economicamente vantaggiosi;
  • pubblicità e trasparenza: i Csv rendono nota l’offerta dei servizi alla platea dei propri destinatari anche attraverso strumenti digitali allo scopo di assicurare la maggiore e migliore diffusione; essi inoltre adottano una carta dei servizi mediante la quale rendono trasparenti le caratteristiche e le modalità di erogazione di ciascun servizio, nonché i criteri di accesso e di eventuale selezione dei beneficiari.

Vai alla Carta dei Servizi.

×