Home

Briciole

Fondata nel 2004, nella collana sono pubblicati gli atti dei corsi di formazione promossi dalle associazioni di volontariato della Toscana con il sostegno di Cesvot. Le pubblicazioni sono a carattere monografico e hanno lo scopo di valorizzare e diffondere le buone prassi formative del volontariato toscano.

I principali argomenti della collana sono disabilità, ambiente, dipendenze, carcere, diritti, stili di vita, integrazione. La collana ha una periodicità semestrale ed è registrata presso il Tribunale di Firenze.

Tutti i volumi sono disponibili gratuitamente anche in formato pdf, secondo i principi della Free documentation License e della Creative Commons, previa registrazione su MyCesvot.

Call-to-action MyCesvot: 
Call to Action - My Cesvot: 

Accogliere il disagio al telefono

L’esperienza della più antica help line italiana

Briciole

Anno 2017

Marco Lunghi, Francesca De Santi, Daniela Foralossi

Un vademecum per volontari che operano in ambito sociale e svolgono la propria attività al telefono realizzato dalla più antica help line italiana: Telefono Voce Amica di Firenze. Nel volume esperienze, indicazioni utili, approfondimenti formativi e testimonianze di chi da oltre 50 anni accoglie il disagio al telefono. 

Leggi il comunicato stampa.

Starci dentro

ll volontariato presso strutture detentive

Briciole

Anno 2016

di Erika Marioni

La pubblicazione nasce dal corso di formazione per volontari penitenziari, promosso dall'associazione Le Querce di Mamre di Grosseto. Rappresenta un valido aiuto per meglio capire la complessa realtà del carcere e un utile strumento per essere più vicini ai detenuti nel difficile periodo della loro detenzione.

Auto aiuto in formazione

Imparare a mettersi in gioco

Briciole

Anno 2015

Francesca Gori, Romina Raspini. In collaborazione con Coordinamento Toscano Gruppi di Auto Aiuto

Il volume affronta un tema di grande attualità per chi, dentro e fuori il mondo del volontariato, si occupa di disagio: come formare e formarsi alla pratica dell’auto aiuto. Una guida con indicazioni, suggerimenti e strumenti utili per la formazione dei facilitatori. Ma non solo. Una parte importante del libro è dedicata all’esperienza sul campo e alle testimonianze dei partecipanti.

Orticoltura e multiculturalità

Esperienze e pratiche, ricordi e gusti

Briciole

Anno 2014

a cura di Donella Maggini. In collaborazione con Associazione Donne Insieme Arezzo

Un percorso di orticoltura e multiculturalità raccontato da un gruppo di donne italiane e straniere. Pratiche agricole, usi alimentari, ricette gastronomiche ma anche testimonianze e storie dolorose di emigrazione. Tutto questo nel libro che raccoglie gli atti del progetto promosso dall'associazione Donne insieme di Arezzo. Un volume che mostra come la cura del cibo e della terra siano profondamente radicate in tutte le culture e nel vissuto di ogni donna.

Giovani per i giovani

Diventare volontari animatori di minori

Briciole

Anno 2014

a cura di Enrica Orsani. In collaborazione con Associazione Vides Montecatini

Una guida realizzata dall’associazione Vides di Montecatini per formare volontari animatori di bambini a partire dall’esperienza maturata negli anni, anche in ambito interculturale, all’interno dell’Istituto Don Bosco. Il libro presenta, in modo semplice e originale, giochi e suggerimenti operativi, oltre a testimonianze e a indicazioni metodologiche relative alla gestione dei conflitti, alla pedagogia del gioco e alle modalità di apprendimento dei bambini.

Valorizzare le differenze

Il diritto alle pari opportunità tra uomini e donne

Briciole

Anno 2014

a cura di Bianca Masoni e Claudia Corti. In collaborazione con Pubbliche Assistenze di Empoli, Misericordia di Empoli, Cae

Il volume presenta il lavoro di analisi e formazione realizzato da Pubbliche Assistenze di Empoli, Misericordia e Cae su un tema di grande attualità: il rapporto tra uomini e donne e il diritto alle pari opportunità nel volontariato. Oltre ad interviste a donne rappresentanti delle amministrazioni comunali e del volontariato empolese, sono pubblicati i risultati del laboratorio formativo-esperienziale ed una panoramica delle associazioni che sul territorio hanno attivato servizi e sportelli “a misura di donna”.

×